Scrivi la tua storia, narra te stesso

26-27 ottobre 2019 

Oasi di Galbusera Bianca 

 

un viaggio in se stessi

Che rapporto abbiamo con la nostra storia, con il vissuto?
A volte lo temiamo, non vogliamo tornare indietro, rivivere momenti difficili o felici che ora non ci sono più.
Oppure pensiamo che sia inutile, “il passato è passato” e dobbiamo guardare avanti.
Certo, presente e futuro sono le nostre più grandi ricchezze.
Eppure non vivremo mai a pieno se non sappiamo chi siamo e quale sia il filo conduttore della nostra esistenza, il dono che portiamo al mondo. 
C’è un modo diverso di osservare il cammino fatto, di vedere il proprio passato.
Se ci sono nodi ancora da sciogliere vanno sciolti; se ci sono parole da dire, vanno dette; se dobbiamo ancora apprendere, troviamo il coraggio per farlo.
La scrittura autobiografica emozionale che praticheremo ha lo scopo di farti attingere ciò che ancora ti serve dalla tua storia per reinvestirlo nella tua vita di oggi. 
In queste giornate, nel silenzio e anche nel confronto con se stessi,  in un lavoro di osservazione della propria storia, attraverso sollecitazioni della memoria, compiremo un viaggio che ci porterà ad immergerci in noi e , allo stesso tempo, ad avere una visuale diversa, più completa, più oggettiva.
Quando intraprendiamo questo viaggio dobbiamo essere pronti alle rivelazioni che ci porterà: nuove intuizioni, una maggior comprensione di quanto abbiamo vissuto e degli altri ma anche un diverso modo di vedere il nostro futuro e di costruirlo.

cosa apprenderai

k

Raccogliere il materiale

Come organizzare la raccolta del materiale che ti servirà per imbastire la tua storia sia che tu voglia scriverla solo per te o donarla agli altri. 

Interpretare il materiale

Il materiale che raccogliamo va poi filtrato: non tutto è necessario per questo percorso, vedramo come comprenderne il ruolo e la funzione che ha per la nostra storia.

Far emergere i ricordi

Esercizi mirati ti guideranno a indagare la tua memoria involontaria, a far emergere quei ricordi di cui spesso non abbiamo consapevolezza o che, per vari motivi, abbiamo nascosto in profondità.

Delineare un percorso

Per ciascuno di noi è importante vedere cin chiarezza un percorso da intraprendere sia a livello personale sia in ambito professionale. Raccoglierai tanti elementi e ispirazioni per la strada da percorrere.

Trovare il filo conduttore

Ogni vita ha un filo conduttore che si dipana, un elemento che la identifica. Ci sono situazioni che portano in sé lo stesso identico messaggio. Scoprirlo significa aver trovato il proprio ruolo.  Il lavoro che faremo servirà a farlo emergere o a confermarlo.

Progettare il futuro

Possiamo progettare il futuro? Sì, spetta a noi scrivere la nostra storia. Stabilire i valori che ci guideranno e chi vogliamo essere. Quello che emergerà sarà illuminante per progettare il tuo futuro in corrispondenza con la tua vera natura, con la  storia autentica.

OASI DI GALBUSERA BIANCA

 
Saremo in un luogo magico dove esiste il culto della Memoria e si è stati capaci di difendere un tempo lontano perché si possa rivivere.
Dove: Oasi di Galbusera Bianca a Rovagnate, in Brianza. 
Oasi WWF per la biodiversità nel centro del Parco di Montevecchia e della Valle del Curone, a soli 20 km dal Lago di Como e di Lecco e a 40 km a nord di Milano.
Ho cercato tanto un posto che potesse accogliere un format, un corso come questo. Un luogo raccolto, poetico, intimo e aperto nello stesso tempo, che facesse da palcoscenico e da rifugio per il nostro lavoro sulla storia personale.
 

Quando sono stata all’Oasi di Galbusera Bianca ho subito capito di aver trovato il posto giusto.

richiedi tutte le info

Privacy